scrum master

Spraut a differenza del sistema standard, adotta un supporto innovativo: lo SCRUM MASTER.
Scrum è un framework di processo che prevede di dividere il progetto in blocchi rapidi di lavoro (Sprint) alla fine di sciascuna dei quali creare un incremento del software.Esso indica coe definire i dettagli del lavoro da fare nell'immediato futuro e prevede vari meeting con caratteristiche precise pre creare occasioni di ispezione e controllo del lavoro svolto.

Il sistema si propone come un'affiancamento, ma senza confusioni di ruoli, per cui BIM manager per quanto di prima investitura, resta unico e gestisce realmente il team, mentre lo Scrum Manager invece agisce a livello motivazionale sul team, a livello operativo sulle tecnologie e a livello organizzativo sul coordinamento dei brainstorming di evoluzione (sprint) di processo.

Il ruolo dello Scrum Manager, è nell'attualità immanente del progetto: quello di "problem solvent", ma ha anche il compito di istradare il team di management alle strategie di ricerca ed attualizzazione operando come "BIM Evangelist" nella logica che questa figura ricopre nel processo integrato Nord Americano.

"Il ruolo dello Scrum Manager è quello di produrre piccole e repentine accelerazioni del processo, di supporto e di esempio per il team di lavoro".

PROCESS OWNER
IMPEDIMENT RESOLVER
COACH COLLABORATOR
TEAM PROTECTOR
DELIVERY OWNER
DECISION MAKER

la teoria dello scrum

"Lo Scrum si basa sulla teoria dei controlli empirici di analisi strumentale e funzionale di processo o empirismo. L'empirismo afferma che la conoscenza deriva dall'esperienza e che le decisioni si basano su ciò che si conosce.Scrum utilizza un metodo iterattivo ed un approccio incrementale per ottimizzare la prevedibilità ed il controllo del rischio. Sono tre i pialstri che sostengono ogni implementazione del controllo empirico di processo.

trasparenza

Gli aspetti significativi del processo devono essere visibili ai responsabili del lavoro.La trsparenza richiede che quegli aspetti siano definiti da uno standard comune in modo tale che gli osservatori condividano una comune comprensione di ciò che viene visto. Ad esempio: un linguaggio comune di riferimento al processo deve essere condiviso da tutti i partecipanti; una definizione comune della parola "Fatto" (ininglese "done") deve essere condivisa da chi esegue il lavoro e da chi deve accettarlo.

ispezione

Chi utilizza lo Scrum deve ispirarazione frequentemente agli artefatti prodotti ed i processi realizzati verso il conseguimento degli obiettivi prestabili, individuando in tal modo precocemente eventuali difformità rispetto a quanto si intende realizzare. La frequenza delle ispezioni non deve essere tale da determinare un'interruzione del lavoro in corso.Le ispezioni devono essere eseguite diligentemente e da ispettori qualificati.

adattamento

Se chi ispeziona verifica che uno o più aspetti processo di produzione sono al di fuori dei limiti accettabili e che il prodotto finale non potrà essere accettato, deve intervenire sul processo stesso o sul materiale prodotto dalla lavorazione. L'intervento deve essere portato a termine il più rapidamente possibile per ridurre al minimo l'ulteriore scarto rispetto agli obiettivi prestabiliti.
Lo scrum prescrive quattro occasioni formali per l'ispezione e l'adattamento, come descrittto nella sezione Gli eventi di Scrum di questo documento.
Sprint Planning Meeting: Day Scrum - Sprint Review - Spint retrospective."